[ Dove Alloggiare ]

Cardedu, alla scoperta della cittadina più giovane dell’Ogliastra in Sardegna


La Sardegna è ricca di paesi e città dalla storia antica, consolidamenti urbani che trovano la loro origine nella notte dei tempi, ma ci sono anche alcune cittadine di recente costituzione, che possono offrire ai visitatori diverse attrattive, nonostante la loro giovane età. Ad esempio la città di Cardedu, sita nella provincia dell’Ogliastra, vide il suo primo insediamento urbano verso la metà degli anni sessanta, con la costituzione del Borgo di Cardedu da parte di alcuni abitanti della vicina Gairo.

Infatti, all’inizio degli anni cinquanta una grande alluvione mise in ginocchio la maggior parte del territorio, ed alcune famiglie di Gairo si videro costrette ad abbandonare le proprie abitazioni, per trasferirsi in pianura, nei pressi del mare. A metà degli anni sessanta ecco nascere in una zona più interna il Borgo di Cardedu, che negli ani successivi vide il proliferare di diverse abitazioni, anch’esse poi occupate da cittadini di Gairo.

Nel tempo Cardedu divenne una frazione del vicino comune di Gairo, per poi diventare un comune autonomo a metà degli anni ottanta, con la data in numeri romani presente sullo stemma cittadino a testimoniare sull’evento. Questo fa si che in città non siano presenti dei luoghi che abbiano rilevanza dal punto di vista storico, però i siti archeologici presenti sul territorio e la vicinanza con la costa orientale della Sardegna rendono Cardedu un luogo ideale dove passare le vacanze.

Questo è uno dei motivi per cui nonostante la sua giovane età, la cittadina dell’Ogliastra è molto richiesta, con un gran numero di visitatori che ogni anno cercano online un Hotel a Cardedu dove poter alloggiare per le vacanze, e così poter ammirare da vicino la spiaggia di Sa Perda Pera, che insieme alla altre due spiagge del luogo, quelle della Marina di Cardedu e di Tramalitza, forma un unico lungomare della lunghezza di ben 8 km, uno dei più lunghi dell’intera Sardegna.

Non ci sono solo le spiagge ed il mare tra le attrattive di Cardedu, infatti la zona è dominata dallo splendido Nuraghe de Perdu Isu, posto sulla sommità del precipizio omonimo, e conta la presenza di numerose Domus de Janas, piccole grotte che la leggenda dice essere state la casa di fate e streghe, senza dimenticare il pozzo sacro Su Presoneddu, che si trova nel cardedese, in località Cucuddadas.

Come si può vedere tutta la zona di Cardedu è l’ideale per chi vuole unire alla classica vacanza, fatta di sole e mare, la cultura e la tradizione locale, attraverso le testimonianze concrete lasciate per i posteri dai popoli che hanno abitato questi stessi luoghi nel tempo passato.

A cura di Marco Colle

(Fonte Immagine – it.wikipedia.org)


The following two tabs change content below.
Tags: , , , , ,
  • maria luisa

    Ci sono stata solo una volta in Sardegna e ci ritornerò quest’estate. L’altra volta ho girato la zona dell’Ogliastra e soprattutto vicino Lotzorai. Non ero pratica però ho trovato una buona ed esaustiva guida. Se vi può interessare si chiama Lotzorai tra natura e cultura di fabbricadeisegnieditore. Vorrei avere anche delle info per quanto riguarda la zona di Oristano che è la zona che visiterò questa estate. Grazie!

  • maria luisa

    molto bella questa zona l’ho potuta scoprire bene grazie ad una guida molto esaustiva. ci tornerò