[ Consigli di Viaggio ]

Come pianificare un viaggio ad Amsterdam


Se state pensando di fare un viaggio ad Amsterdam, troverete utile qualche informazione pratica per pianificare il vostro soggiorno al meglio.

Quando partire

Amsterdam è caratterizzata da un clima oceanico, mitigato da una posizione geografica particolarmente favorevole, che le regala una temperatura piacevole durante tutto l’anno. Infatti, la città sorge fra tre grandi masse d’acqua, che, proteggendola dagli sbalzi termici troppo rigidi, impedisce che le temperature scendano a picco nelle ore notturne. Tuttavia, il periodo migliore per godersi una vacanza nella capitale olandese resta quello compreso tra i mesi di maggio e luglio, quando i 25 gradi riescono a mantenersi pressoché costanti.

Come arrivare

Il modo più semplice per arrivare in città è raggiungere lo scalo internazionale di Schiphol, che si trova a una decina di chilometri di distanza. Tuttavia, i voli per Amsterdam delle compagnie low cost, come la Ryainar, non offrono un collegamento diretto con l’aeroporto in questione e si appoggiano alle strutture aeroportuali di Eindhoven e Maastricht, che si trovano rispettivamente a 120 e a 210 chilometri circa dalla capitale olandese. Perciò, se volete optare per la soluzione più comoda (l’Aeroporto di Schiphol per intenderci), vi conviene andare alla ricerca di un volo su un comparatore come il sito Expedia, che raccoglie e confronta tutte le migliori proposte delle compagnie aeree su scala internazionale, in modo da farvi un’idea delle rotte disponibili e dei prezzi.

Dove Dormire

Amsterdam è una città eterogenea e dai mille volti, che riesce a trasformarsi anche radicalmente da un quartiere all’altro. Ecco perché è importante scegliere adeguatamente la zona in cui si andrà a cercare una sistemazione. In particolare, tra i quartieri più popolari di Amsterdam, vanno annoverati: il Joordan, ovvero il grande quartiere degli artisti, particolarmente adatto ai giovani creativi che vanno alla ricerca di una zona pittoresca; il centro storico, in cui si trova la maggior parte delle attrazioni culturali della città, che spaziano da meravigliose architetture a musei di fama mondiale; il Pijp, considerato il quartiere latino di Amsterdam, che costituisce la zona più vivace della città, dove si concentra la maggior parte dei ristoranti e dei locali; Herengracht e Keizersgracht, ovvero due aree residenziali che sono riuscite ad affermarsi come i quartieri più chic della città (fate attenzione ai prezzi degli hotel, che tendono a salire notevolmente, in questa zona); Leliegracht e Singel, due piccole oasi di tranquillità, che sorgono lungo le sponde di diversi canali, regalando scorci panoramici di incredibile fascino e rari momenti di quiete, per la gioia di vuole stare lontano dal caos cittadino.

(Fonte Immagine – pixabay.com)


The following two tabs change content below.
Tags: , , ,