[ Idee di Viaggio ]

In giro per le fontane di Roma


Quando solitamente si elencano le attrattive da non perdere durante un viaggio a Roma, oltre al Colosseo, a San Pietro, al Pantheon, ai Musei Vaticani e ad altri celebri luoghi di interesse, si cita anche la Fontana di Trevi, consacrata a icona cittadina dal famoso film di Federico Fellini, La Dolce Vita. La Fontana di Trevi, nata da un progetto di Nicola Salvi e costruita un lato di Palazzo Poli in stile tardo barocco, è in realtà una delle numerose e splendid fontane che abbelliscono piazze e angoli della Città Eterna.

Fontana di Trevi

Alloggiando in un hotel in centro a Roma si può allora dedicare parte del proprio soggorno capitolino alla scoperta delle più belle fontane dell’Urbe. Un’altra fontana fotografata da tutti i turisti che trascorrono una vacanza nella capitale è la Fontana dei Fiumi di Piazza Navona: è questa un’opera straordinaria del Bernini, che ha rappresentato nell’atto di emergere da caverne e rocce i fiumi Danubio, Gange, Nilo e Rio de la Plata, connotandoli con sembianze umane.

Piazza_Navona,_Roma_-_fontana

Un’altra meravigliosa fontana del Bernini, la troviamo a Piazza Barberini, dove svetta, maestosa, la Fontana del Tritone. Inaugurata nel 1643, la fontana presenta una vasca al cui centro si innalzano quattro delfini, sostenendo una conchiglia di enormi dimensioni: su di essa, un Tritone inginocchiato soffia in una conchiglia più piccola, da cui fuoriesce l’acqua.

RomaBerniniFontanaTritone

L’itinerario delle fontane romane deve, poi, includere la Fontana della Barcaccia, ubicata nell’elegante Piazza di Spagna. Si racconta che la fontana, realizzata dal padre di Gian Lorenzo Bernini, Pietro Bernini, rievochi, nella sua forma a barcone, l’alluvione del 1598, quando una barca arrivò, spinta dall’acqua, fino al centro di Piazza di Spagna. In realtà, il progetto fu determinato soprattutto dalla mancanza della pressione necessaria a creare cascate o zampilli: concependo la fontana a forma di barca e immergendola nell’acqua, Pietro Bernini poté generare le fontanelle in uscita da prua e da poppa.

barcaccia

Chiudiamo il nostro percorso, con un altro autentico gioiello, la Fontana delle Tartarughe di Piazza Mattei, emblema dello stile fiorentino. La scena, disegnata probabilmente da Giacomo della Porta ed eseguita da Taddeo Landini, raffigura quattro efebi posti su una vasca quadrata e scolpiti nell’atto di spingere verso la vaschetta superiore quattro tartarughe.

Fontana_delle_tartarughe

Autore – Nicoletta Franzosi


Tags: , , ,