specialità siciliane arancina
[ Trips del Gusto ]

Non potete lasciare la Sicilia senza aver gustato queste specialità culinarie!


La Sicilia è un’isola magnifica, e come ben si sa da anni ormai è meta consolidata per le vacanze di italiani e stranieri. Oltre allo splendido mare e l’atmosfera che si respira nelle città, la Sicilia è un’isola di meraviglie culinarie e una volta sul posto non potete non provare le prelibatezze che il luogo offre.

Arancino o arancina?

Partiamo con il più classico è rinomato arancino (a Catania arancino, a Palermo arancina, al femminile): a forma di cono, a palla o ovale, da sempre delizia il palato dei siciliani e di chiunque faccia visita in terra sicula.

L’arancino è fatto di riso principalmente e ragù, nella ricetta classica, poi impanato e rigorosamente fritto. Però esistono svariati gusti da provare assolutamente, quello alla norma, quello al burro e il meraviglioso arancino al Pistacchio, per la città di Catania consiglio Savia in centro o L’Etoile, vicino al porto. A Palermo invece, “Kepalle” con ben 42 tipologie di arancino!

Il pistacchio, il protagonista di molte ricette siciliane

Il pistacchio si sa, è una prerogativa siciliana, tante sono le ricette che si possono fare con questo ingrediente dal dolce al salato, ma oltre al gelato una cosa che non dovete assolutamente farvi sfuggire è la granita mandorla e pistacchio con la brioche.

Una volta provata, credetemi, non potrete più farne a meno per tutta la vacanza. La granita siciliana ha una consistenza diversa dalla granita classica che tutti noi conosciamo, è cremosa e si usa inzuppare la brioche dentro a mo’ di biscotto: Un’esperienza mistica, credetemi!

Pane, panelle e pizzolo!

Pane e panelle (specialità palermitana). Delle schiacciatine di farina di ceci fritte, accompagnate da crocchette di patate, potete gustarle nel cono di carta appena fatte, o mangiarle nel panino.

Per la sera invece, dovete provare il pizzolo. Un specie di pizza ripiena, la pasta è sottile quasi fosse una focaccia condita con olio ed origano, e all’interno potete scegliere il gusto che preferite proprio come la pizza normale.

Ovviamente il pizzolo con pesto di pistacchio è buonissimo, ma ci sono tanti gusti che valgono la pena di essere provati. La tavola calda siciliana, ovvero i prodotti di rosticceria, è molto ricca e offre una serie di manicaretti irresistibili dagli arancini, alle cartocciate, alla bolognese.

E per finire: il dessert

Come dessert concedetevi un cannolo siciliano alla ricotta, al pistacchio, alla mandorla o all’arancia (c’è anche la versione mini se non volete esagerare), la mitica cassata siciliana oppure la pasta di mandorle (quest’ultima da Quaranta, lungo mare di Catania).

Nonna Vincenza invece è un’antica e rinomata pasticceria siciliana, ottima se volete portare qualche assaggino ad amici e parenti. Il vostro palato sarà sicuramente soddisfatto, attenzione alla linea però, cercate di camminare molto e mantenervi con le porzioni, altrimenti porterete con voi oltre che alla depressione post vacanza, qualche chilo di troppo!


The following two tabs change content below.
Carmelinda Potenza
Mi chiamo Carmelinda Potenza, sono una traduttrice freelance e un'appassionata di scrittura, lettura, e tutto ciò che concerne l'informazione sopratutto on line. Adoro viaggiare e vedere posti nuovi, come dico sempre "Viaggiando s'impara". Ho vissuto per 2 anni a Pisa per la specialistica in traduzione letteraria e saggistica, e dopo un anno di erasmus in Spagna tra le altre cose, sono ritornata nella mia terra nativa: la Basilicata. Attualmente gestisco un blog didattico sull'apprendimento delle lingue e alcune traduzioni fatte da me: www.carmelindapotenza
Tags: