In Toscana vino e buon cibo
[ Trips del Gusto ]

Un giro in Toscana alla scoperta dei suoi vini e dei suoi paesaggi


La Toscana è ormai nell’immaginario collettivo, non solo italiano, sinonimo di vino e buon cibo. Questa regione è infatti uno dei produttori enologici più stimati e famosi del mondo.

La Toscana, regione in cui le tradizioni enogastronomiche si fondono con la cultura e la storia dei luoghi, è riuscita a valorizzare questo punto di forza attraverso un’offerta di turismo enogastronomico in grado di attirare sempre più persone, dai veri e propri sommelier ai semplici curiosi, in un turismo dai tempi diversi, lenti e rilassati, alla scoperta di paesaggi mozzafiato e borghi di incredibile bellezza.

In questo articolo troverete alcune proposte per scoprire questa bellissima regione tra le sue tortuose strade di campagna che si aprono tra filari di viti e dolci colline ed i suoi vini eccellenti.

Il Brunello di Montalcino è un vino che nasce nella regione tra Siena e Grosseto, la Maremma Toscana che si dispiega nella valle del fiume d’Orcia. Qui si può visitare la caratteristica città di Montalcino, un grazioso borgo medievale, nelle quali si susseguono le cantine dove poter degustare e acquistare il vino locale. Di particolare interesse storico è la rocca del paese risalente al 1300 che si erge sopra la cinta muraria che circonda il borgo, ma anche il Duomo di Montalcino e le numerose pievi che si trovano poco fuori dal borgo.

Ma passiamo al vino più famoso di questa regione se non forse il vino rosso più famoso al mondo: il Chianti Classico. Questo vino robusto e deciso si produce nell’omonima zona toscana situata tra Firenze e Siena. I paesaggi del Chianti con le sue colline verdeggianti, quasi onirici, così belli da togliere il fiato, e con i suoi borghi arroccati, veri e propri gioiellini di architettura medievale.

Particolarmente belli per la loro struttura sono Radda in Chianti, un paese a conservare la propria origine medievale con una cinta muraria ancora integra, qui si trova il Palazzo del Podestà, palazzo centrale della regione utilizzato per oltre quattro secoli dal Capitano della Lega del Chianti. A pochi passi da Radda si trova poi il Castello di Volpaia, un borgo dalla particolare fortificazione caratterizzata da pietre scure e da una torre che ne sovrasta la struttura. Questo centro è uno dei più rinomati per la degustazione del vino Chianti e di altri vini toscani.

Se, invece, volete conoscere tutta la storia di questo celebre vino potete fare tappa al Castello di Brolio, in questo castello tradizione vuole che il Barone Ricasoli abbia per la prima volta codificato la ricetta del Chianti Classico.

A sud di Siena si trova Montepulciano, un borgo medievale che merita una visita non solo per il suo celebre Vino nobile di Montepulciano. Da qui si può godere di un bellissimo panorama sulla val di Chiana e la val D’orcia. Molto bella la Piazza grande con la sua Cattedrale ed il Palazzo Comunale, ma anche le sue suggestive stradine e la Chiesa di Santa Maria delle Grazie. Inoltre Montepulciano è diventata famosa per aver ospitato le riprese del film New Moon della saga di Twiligt.

Se invece volete conoscere l’origine, la storia e la produzione dei vini toscani recatevi a Castelfalfi. Questo piccolo borgo che si trova a poco più di un’ora da Firenze oltre a regalare degli incantevoli paesaggi – tanto da essere stata scelta anche da Roberto Benigni per girare alcune scene del suo Pinocchio – offre anche una vasta produzione di vini locali. Qui sarà possibile visitare le ampie vigne e degustare i vini prodotti all’interno della tenuta.

Autore – Giulia Menicucci
(Fonte Immagine – pixabay.com)

 


The following two tabs change content below.
Tags: , , , ,