[ Consigli di Viaggio ]

Un week end a Londra


Visitare Londra in un week end? “si puòòò faaaaaaaare”. La mitica città inglese, nonostante sia una delle metropoli più grandi al mondo, è così facile da girare con i mezzi di trasporto, che vi sembrerà quasi di viaggiare con la vostra macchina. Ecco per voi un itinerario di viaggio con le tappe principali da visitare e i mezzi per arrivarci, testato e sperimentato anche per voi. Appena atterrati all’aeroporto di Gatewick (che dista 60 minuti dal centro di Londra), fate la fila per il controllo documenti, seguite le indicazioni (tutte le persone di servizio sono iper gentili e preparate, don’t you worry se non parlate inglese, l’importante è farsi capire) e arrivate al 2 piano, prendete lo shuttle e in 4 minuti siete alla stazione dei treni,da lì è possibile raggiungere Victoria Station e così il vostro albergo e/o il quartiere dove siete diretti.

Al punto informazioni traveller point, vi basterà dire dove siete diretti e loro vi stamperanno un foglio con tutti i treni diretti al posto di interesse, con orari e binari (se vi va male il vostro treno passerà ogni 15 minuti, in caso contrario ogni 5). Avete problemi a riconoscere le sterline per acquistare i biglietti? Niente paura, se c’è troppa fila alla biglietteria (cosa altamente probabile vista la moltitudine di turisti e non solo), potete optare per una macchinetta self service, dove dei tutor vi aiuteranno a fare il biglietto e a inserire l’importo esatto.

Per essere vicini al centro, e raggiungerlo facilmente anche a piedi senza spendere un patrimonio all’Hilton o al Best Western, vi consiglio: Peckham road, Crambwell street, e tutti gli alberghi intorno all’area della City, ma non nella City se cercate un week end low cost, ovviamente. Da quelle zone il double decker bus, il mitico bus rosso a due piani di Londra, precisamente il numero 12 vi porterà verso Il big bang, Trafalgar square, Westminster Abbey, Hyde Park, Buckingham Palace e la fantastica Piccadilly Circus e Covent Garden. Se alloggiate in quelle zone, vi garantisco che in una giornata riuscirete a vedere tutti i luoghi di interesse sopra citati, e prendendo il 14 da Hyde Park, arriverete facilmente a Museums street, dove potrete visitare il British Museum, assolutamente gratuito e superbo (il 12 passa ogni 5 minuti 24h). Se invece volete provare la famigerata London Underground o tube troverete stazioni a ogni mezzo metro di strada, è molto semplice seguire le linee e trovare la giusta direzione.

Unica pecca della città? I prezzi! Londra è una citta molto cara, sopratutto dal punto di vista di un turista italiano, pensate che per 100 euro ho avuto 64 sterline e qualche penny (non cambiate mai all’aeroporto perché ci perdete molto di più nel cambio, piuttosto prelevate o cambiate in qualche ufficio postale/banca). Un consiglio per spostarvi in bus: andate in qualsiasi tabacchino o stazione, e comprate una oyster card che caricherete con 5/10 sterline dipende da quanti giorni rimarrete a Londra, così potrete prendere tutti i bus che volete senza aver nessun problema di biglietto o altro e muovervi senza pensieri. Unico rimpianto? Non essere rimasta di più! Ho sul groppone ancora Carnaby street e Baker strett come la torre e il ponte di Londra, ma ci ritornerò senz’altro. La prima volta a Londra non si scorda mai, e io non dimenticherò mai ciò che questa città mi ha trasmesso, dal calore che ti avvolge quando arrivi a Covent Garden, alle luci e alla vita che pulsa a Piccadilly circus, in un tipico week end inglese.


The following two tabs change content below.
Carmelinda Potenza
Mi chiamo Carmelinda Potenza, sono una traduttrice freelance e un'appassionata di scrittura, lettura, e tutto ciò che concerne l'informazione sopratutto on line. Adoro viaggiare e vedere posti nuovi, come dico sempre "Viaggiando s'impara". Ho vissuto per 2 anni a Pisa per la specialistica in traduzione letteraria e saggistica, e dopo un anno di erasmus in Spagna tra le altre cose, sono ritornata nella mia terra nativa: la Basilicata. Attualmente gestisco un blog didattico sull'apprendimento delle lingue e alcune traduzioni fatte da me: www.carmelindapotenza
Tags: , , , , ,