[ Consigli di Viaggio ][ Idee di Viaggio ]

Aljezur, Sagres e West Algarve… per vivere un’esperienza unica


Amo il Portogallo, ma soprattutto amo la sua regione più a Sud, l’Algarve.

I motivi sono tanti, legati alla bellezza del territorio e a quella delle persone che lo abitano, ma il più importante per me è che, ogni volta che lo visito, mi sento a casa. Conosco soprattutto il lato Ovest della regione, il tratto che da Sagres arriva fino a Odeceixe.

Sagres è un villaggio di pescatori, di poco più di 2000 abitanti, che lievitano notevolmente durante l’estate, perché viene presa d’assalto da turisti provenienti da tutta Europa.
Questo paese ha molto da offrire, soprattutto per quanto riguarda il divertimento e lo sport. Surf e Windsurf sono i più praticati, ma è facile vedere anche qualcuno che si cimenta nel Kitesurf.
Tonel, Mareta e Martinhal sono le tre spiagge principali, le prime due sono facilmente raggiungibili a piedi, per la terza avrete bisogno della macchina.
Fra le tre, quella che preferisco è di sicuro Tonel, una baia circondata da un’altissima scogliera di pietra rossa, e una spiaggia di finissima sabbia dorata.

In tutte e tre le spiagge è possibile fare Surf e prendere delle lezioni. In paese esistono molte scuole di Surf e l’attrezzatura, se non l’avete già, è facilmente affittabile.

Due cose non potete perdervi a Sagres: il tramonto al faro di Cabo de São Vicente e il Forte, Fortaleza do Cabo de São Vicente.

cabo_sao_vicente
*foto Tobias Abel

Cabo de São Vicente è il punto più a Sud-Ovest dell’Europa, in estate moltissime persone si riuniscono per ammirare il tramonto.
L’atmosfera che si crea è rilassata e le sagome scure delle persone creano un bellissimo skyline, portate la macchina fotografica.
Fortaleza do Cabo de São Vicente è una fortezza che serviva da difesa, distrutta e ricostruita più volte, adesso ne rimangono solo i muri e qualche costruzione. Merita in ogni caso di essere visitata, perché fa parte della storia del paese e una volta entrati è come tornare indietro nel tempo.

Sagres non perde mai la sua identità anche se è più turistica dei paesi limitrofi.
Durante le sere d’estate i turisti si riversano nella via principale, ricca di piccoli locali dove fermarsi a mangiare o a bere qualcosa.
Se preferite la tranquillità, proprio dietro alla via più trafficata troverete il Warung, un locale in cui potrete mangiare, bere e spesso assistere a concerti dal vivo.
Se volete mangiare qualcosa di tipico, in uno dei ristoranti del paese provate la Cataplana, una zuppa di pesce cucinata e servita in una particolare pentola in rame, dall’omonimo nome.

Spostandosi verso Nord di circa 40Km, si incontra Aljezur, un piccolo borgo arroccato su una collina.
La sua caratteristica principale è la “sovrapposizione”delle case, tutte bianche dai profili blu o decorati con Azulejos, piastrelle dipinte a mano tipiche del Portogallo.

aljezur1
Aljezur è diviso a metà dalla Ribeira de Aljezur, fiume che sfocia in mare nella spiaggia di Amoreira, a circa 6 Km dal paese.
Il villaggio, oltre a essere meta di surfisti, è soprattutto il punto di partenza principale per molti percorsi escursionistici. Aljezur si trova all’interno del Parque Natural do Sudoeste Alentejano e Costa Vicentina, parco naturale nel quale si fondono perfettamente paesaggio collinare e marittimo.

amoreira
Se amate l’Hiking, da Aljezur potete raggiungere diverse spiagge, a piedi o in bicicletta, Amoreira, Arrifana e Carrapateira sono le più belle. I percorsi non sono particolarmente faticosi, ma vi sono più salite che discese. Quando raggiungerete l’Oceano, la sua visione riuscirà a farvi dimenticare tutte le fatiche fatte. Se preferite una passeggiata serale in paese, sulla punta della collina trovere le rovine del Castello di Aljezur, ormai ne rimangono solo i muri, ma i portoghesi sono riusciti a valorizzarlo creando dei bellissimi giochi di luce che la sera creano un’atmosfera suggestiva.

aljezur2
Ultima tappa Odeceixe, freguesia portuguesa (letteralmente “parrocchia”) della più grande Aljezur.
Questo villaggio si affaccia direttamente sulla spiaggia omonima, una delle più piccole e intime della costa. Anche qui non mancano le scuole di Surf e i percorsi escursionistici. Non perdetevi la passeggiata lungo la scogliera, arriverete fino a una lunga scala che vi porterà in una piccola baia rocciosa dove tutti i giorni vi si fermano alcuni pescatori.

Non voglio raccontarvi tutto quello che so, lascio scoprire a voi gli altri segreti dell’Algarve. Se amate la natura, lo sport e le grandi spiagge dorate, è il posto che fa per voi.

Il resto è tutto da scoprire, e per ognuno è un’esperienza unica.


The following two tabs change content below.
Dana

Dana

Viaggiatrice solitaria, sono una persona passionale ed emotiva, vivo amando profondamente ogni attimo dedicato all’organizzazione di un nuovo viaggio e penso in continuazione a quale potrà essere la mia nuova meta. Pianificando il mio ultimo viaggio ho scoperto il volunteering, un modo low cost di viaggiare e conoscere il mondo. Mi trovi anche sul mio Blog, e sono co-fondatrice di Viaggio da sola perché il sito delle donne che viaggiano da sole.
Tags: , , , , , , , , , , , ,