[ Consigli di Viaggio ][ Curiosità dal mondo e non solo ]

Le cascate di San Fele, una bellissima scoperta


Sono lucana e benché abbia studiato fuori, ho vissuto quasi la maggior parte della mia vita qui in provincia di Potenza. Solo due settimane fa, in una calda domenica di inizio settembre, ho deciso di fare un salto a San Fele.

San Fele è un comune di 3.805 abitanti ed è situato nella parte nord-occidentale della Basilicata, tra il monte Castello e il monte Torretta e fa parte della Comunità Montana del Vulture. Il suo nome in origine è riportato come Santo Felice, che per contrazione è mutato prima in Santo Fele ed infine al nome d’oggi. È un comune prettamente rurale. È noto per la nascita di San Giustino de Jacobis e per la presenza di uno dei più antichi e misteriosi santuari della Basilicata: Santa Maria di Pierno.

Vacanze Basilicata Consigli

Ti potrebbe anche interessare: Scatti rubati dalla costa di Maratea

Una volta arrivati al paese, è molto semplice arrivare alle “Cascate di San Fele U uattëniérë” che è la trasposizione dialettale di “gualchiera”, macchina utilizzata in antichi opifici costruiti a ridosso delle cascate. La gualchiera di San Fele è rimasta in uso fino agli anni ’40 del secolo scorso. Avendo visto solo le magnifiche foto che molti dei miei contatti postavano su facebook, ed essendo rimasta colpita da tanta bellezza, ho pensato di fare una tipica “passeggiata domenicale”, invece una volta arrivata mi sono resa conto che, è un vero e proprio percorso per gli amanti del trekking e della natura, quindi proprio per questo bisogna andare ben preparati: scarpe adatte, tuta, keyway, zainetto sulle spalle e taaaaanti panini, si cammina tanto e si può scegliere tra vari percorsi, tra i più insidiosi a quelli più semplici.

C’è anche una strada interna che porta direttamente al paese, e intanto fermasi a quelle meravigliose cascate dove il fruscio dell’acqua limpida e cristallina mischiata con in colori delle foglie e del verde, dona un senso di pace e tranquillità senza pari. Una meta perfetta anche per chi scrive: avrei voluto avere il mio pc e descrivere semplicemente le sensazioni che quel posto mi provocava.

Cascate Basilicata Potenza

Sono rimasta poi, molto colpita, dalla pulizia e la cura del posto. Un’associazione che potete trovare anche a questo link , si occupa di sorvegliare le cascate e accogliere i turisti rilasciando materiale informativo con percorsi e info utili. È un posto ideale sia per fare una passeggiata e un semplice pick nick in famiglia, sia per chi vuole fare una vera e propria escursione nella natura, certo, il posto merita davvero quindi per esplorarlo tutto bisogna come ho già detto, essere attrezzati. Ad ogni modo il paese è vicinissimo, quindi a pochi metri trovate agriturismi o ristori se non avete avuto modo di preparare il pranzo a sacco. Ogni percorso ha una cascata, però, non a tutte è possibile arrivare con le scarpe e l’abbigliamento non adatto, in quanto a volte c’è bisogno di attraversare l’acqua e non possibile farlo senza le scarpe da trekking altrimenti si rischia di cadere, quindi attenzione non vi avventurate in attività nelle quali non siete esperti o poco pratici.

San Fele cascate Potenza Italy

Spero abbiate di modo di visitare questo splendido angolo di paradiso, e di apprezzarlo come ho fatto io! Io ci ritornerò di sicuro, complice la vicinanza dal mio paese, voi?

(Fonte Immagine in evidenza – pentaxiani.it)


The following two tabs change content below.
Carmelinda Potenza
Mi chiamo Carmelinda Potenza, sono una traduttrice freelance e un'appassionata di scrittura, lettura, e tutto ciò che concerne l'informazione sopratutto on line. Adoro viaggiare e vedere posti nuovi, come dico sempre "Viaggiando s'impara". Ho vissuto per 2 anni a Pisa per la specialistica in traduzione letteraria e saggistica, e dopo un anno di erasmus in Spagna tra le altre cose, sono ritornata nella mia terra nativa: la Basilicata. Attualmente gestisco un blog didattico sull'apprendimento delle lingue e alcune traduzioni fatte da me: www.carmelindapotenza
Tags: , ,